Menu Chiudi

Per tutti gli appassionati dei Pink Floyd eccovi alcune sommarie ma molto interessanti informazioni sulla loro particolare attrezzatura responsabile del particolare amatissimo timbro Floydiano.

– Piani Acustici

Il piano acustico tradizionale è sempre stato un elemento fondamentale del particolare suono Floydiano ed, a differenza degli altri gruppi Rock dell’epoca, Wright ci teneva molto a proporre i piani acustici (sebbene non sempre piani a coda) nei vari tour degli anni ’70, da alternare e contrapporre ovviamente alle varie parti di piano elettrico. Risulta difficile individuare con precisione quale marca di piano acustico sia stato usato nei vari album ma sembra comunque che, malgrado Wright ne abbia usati diversi negli anni, ce ne sarebbero stati paio di suoi favoriti: Steinway & Sons e Yamaha. Le parti di Piano di The Dark Side of the Moon sono stete registrate con un classico Steinway & Sons baby, come si può vedere dalle immagini negli studi di Abbey Road durante le riprese del documentario di  Live at Pompeii. Le registrazioni del live at Pompeii sono state anche eseguite con un  Steinway Grand (“A Saucerful of Secrets”). Wright ha usato anche piani Yamaha in particolare Yamaha C-7 Acoustic Grand Piano per alcuni Album più recenti, come  Animals e The Wall.

Dal 1987 in poi, Wright ha usato il campionatore Kurzweil K2000 per una serie di suoni di piani campionati da contrapporre a quelli acustici. I suoni  di Piano campionati sono stati usati nei trour recenti del 1987-89 e del 1994 come ad esempio in Division Bell sebbene in qualche brano ci siano anche delle parti di piano acustico. “Marooned” è stata in origine registrata con un  K2000, le demo di Gilmour originali di “High Hopes” sono suonate con un campionatore ma successivamente sostituite da parti di piano vero suonate da Jon Carin. Wright suonò le parti di piano di “Wish You Were Here” con un K2000 ma il piano acustico a coda in studio era uno Steinway.

– Piani Elettrici

Piano elettrico WURLITZER (1972-1975) 

L’utilizzo frequente di Wright del piano elettricoWurlitzer è stato un elemento fondamentale che ha definito il particolare suono Floydiano.

Rick usò la il modello EP-200 (bianco vaniglia) in studio, l’EP-200A nero in Tour. Il piano Wurlitzer fu inizialmente usato su Obscured by Clouds (1972), ma un uso maggiore lo si ritrova in Dark Side (1973) e Wish You Were Here (1975); difficile da riconoscere in “Breathe”, durante lo staccato funky staccato nella sezione ritmica insieme a Gilmour in “Time”, in “Have a Cigar”, e nell’assolo di “Shine On You Crazy Diamond” part 8. Wright usò un wah-wah pedal per le parti di “Money”, creando così un suono veramente caratteristico. Lo stesso stratagemma lo ritroviamo in “What Do You Want From Me?” (1994), ma Wright usò sia il suo Rhodes (vedi sotto) che il suono del Kurzweil K2000 a seconda delle esigenze.

FENDER RHODES Stage/Suitcase Electric Piano (1977-1981) 

L’intoduzione di  “Sheep” (1977) è forse il più evidente uso del piano ‘Rhodes’ da parte di Wright. The piano Rhodes produce una particolare vibrazione ‘jazzier’ adoperata in molti assoli e parti molodiche, contrapposte alle parti ritmiche eseguite con il Wurlitzer. Mentre Wurlitzer è usato maggiormente in  Dark Side and Wish You Were Here, il piano Fender Rhodes viene usato dalla band in “Mudmen” from Obscured by Clouds, in Animals, and The Wall (in “Hey You”, per esempio). Wright usava spesso un Rhodes Suitcase 73/88 Mark I, effettato con  due Fender Twin Reverb amps ma talvolta anche un Fender Rhodes Stage 73/88 Mark I.

Dal 1987, quando i Floyd suonavano dal vivo usavano un Kurzweil K2000 custom con 64Mb di RAM per i vari campioni di Rhodes e Wurlitzer Electric Pianos, ma Rick aveva anche un Rhodes per le sue parti da strudio, che sono state usate per le registrazioni di Broken China (1996). L’uso del particolare suono del piano Rhodes si è diffuso mano mano nei pezzi dei Pink Floyd durante gli anni per diventare poi uno dei  timbri fondamentali del sound Floydiano. Malgrado i suoni si somiglino abbastanza, bisogna precisare che si usò inizialmente il Wurlitzer negli anni ’73-’75 per poi passare al suono del Piano Rodes successivamente. 

HOHNER CLAVINET D6 (1975-1978)

Il clavinet  un particolare timbro grave usato per alcune parti di staccato caratteristiche del Funky.. Famosi sono il riffs di Stevie Wonder in “Superstition” e dei Led Zeppelin in “Trampled 

Underfoot”. Questo suono ‘clavi’ non è stato usato spesso da Wright, ma egli aveva un modello D6 woodgrain,  che usò nel ’75 and ’77. Esso fu inconfondibilmente usato in “Have a Cigar” per la parte ritmica durante l’assolo di chitarra, così come in Part 8 of “Shine On You Crazy Diamond”, dove Wright suona un funky riff su degli accordi del Wurlizter, accompagnati da effetti  Synth di un VCS3. Si sente discretamente anche in  Animals. Sebbeno non sia facile notarlo al primo ascolto, un clavinet è presente nella sezione ritmica di “Pigs (3 Different Ones)”.

YAMAHA CP-70 Electric Grand Piano (1979-1981)

Il piano elettrico Yamaha CP-70 è stato soprattutto  usato negli spettacoli di The Wall dal vivo, anche se non da Wright in persona, ma per la maggior parte da Pete Woods. Nel Tour, la maggior parte delle parti di piano elettrico ‘sincere’ ( Dove il piano Rhodes non è stato usato), sono state suonate con il CP-70, come ad esempio in “Young Lust” e “Another Brick in the Wall, part 2”.

– Organi & Tastiere

Organo FARFISA (1965-1972)

Peppe Cosmic
Author: Peppe Cosmic