Venerdì, 07 Gennaio 2011 13:23

Il Tour di Animals e le origini del Muro

Scritto da

Cari amanti dei Pink Floyd voglio raccontarvi ciò che accadde alla nostra amata band nel 1976-1977, periodo particolare nel quale era stato appena terminato l’album “Animals” nei nuovi studi di Britannia Row ed al quale seguì un intenso e meraviglioso tour a supporto del disco che si svolse in gran parte dell’Europa del Nord e nel Nord dell’America. Fu richiamato il sassofonista Dick Parry, che già aveva dato il suo prezioso contributo a “The dark side of The Moon”, e fu assunto un nuovo chitarrista, un certo Terence White detto “Snowy”.  
Snowy.45Egli stesso afferma, in una sua testimonianza, di non aver mai ascoltato "The dark side of The Moon” prima di essere stato contattato dai Pink Floyd e probabilmente era l’unica persona in Inghilterra a non averlo ancora fatto. Terence si recò, subito dopo essere stato convocato, negli studi di Britannia Row proprio mentre stavano terminando “Animals” e subito si accorse che regnava un’atmosfera particolarmente terribile. Ciò era dovuto al fatto che era stato appena cancellato per sbaglio uno dei migliori assoli preferiti di Gilmour. Dave portò Terence in ufficio, gli spiego cosa avevano in mente per i concerti e gli chiese se ci stava o no. Terence accettò, David gli chiese di esibirsi in qualcosa e “Snowy” si esibì nel delicato e famosissimo assolo di chitarra acustica che fu poi usato sia all’inizio di “Animals” che alla fine in una sorta di loop simbolico. L’uscita di “Animals” era programmata in concomitanza con la prima data del tour, il 23 gennaio 1977, a Dortmunt in Germania Ovest. La scaletta comprendeva l’intera esecuzione dell’ultimo disco”Wish You Where Here” nel primo tempo e di “Animals” nel secondo. Sul palco era pronta una radio a transistor microfonata perché Waters potesse scandagliare l’etere a casaccio durante l’intro di Whish you where here. I bis erano, a seconda dello stato d’animo della band, Money oppure Us and Them o entrambi sempre accompagnati dai filmati. Fecero comparsa una serie di strutture gonfiabili ideate da Waters che simboleggiavano la tipica famiglia della “generazione nucleare”. I membri erano rappresentati da un uomo d’affari , sua moglie seduta sul divano e due bambini in mezzo. I Personaggi venivano gonfiati da particolari ventilatori durante l’esecuzione di Dogs. Alla fine del pezzo i personaggi venivano rapidamente sgonfiati. Ovviamente fece la sua comparsa anche il motivo iconografico del tour e cioè l’enorme maiale gonfiabile che veniva gonfiato durante l’esecuzione di Pigs. Sostenuto da delle funi volava sul pubblico in tutta la sua lunghezza ed emetteva uno spaventoso grugnito. Un’altra novità fu la “pecora-cannone” ad aria compressa che sparava in mezzo al pubblico pecorelle fatte con il materiale delle bustine di Tè. Quando il tour giunse negli Stati Uniti le cose cominciarono Nucear Familyad andare per il verso sbagliato. Fans sovraeccitati disturbavano le performances urlando a squarciagola e facendolo arrabbiare. In questo video , sono raccolti vari frammenti. Mentre Roger canta, si sentono scoppiettare dei petardi e addirittura lo si sente mentre offende il suo pubblico irrequieto. L’atmosfera assorta, che fino a quel momento aveva regnato nei concerti, andò via via in frantumi e ovviamente Waters, ideatore di buona parte delle novità, ne uscì profondamente frustrato; sempre più convinto che nessuno ascoltasse veramente le sue canzoni, cominciò a covare odio ne confronti del pubblico dei concerti. La resa dei conti avvenne a Montreal durante il concerto di chiusura del tour. Quel giorno la folla era insolitamente turbolenta. Mentre la band era sul palco un ragazzino urlava selvaggiamente e senza sosta. Alla fine Waters lo chiamò e quando fu abbastanza vicino gli sputò in faccia. Rimase deluso da questo suo atteggiamento in quanto lo ritenne un modo vergognoso di chiudere un tour durato sei mesi. L’episodio ebbe un effetto devastante sulla psiche di Waters che rasentò il crollo nervoso. Come terapia decise di mettersi a scrivere le proprie esperienze e provò a rintracciare nell’infanzia i propri sintomi di alienazione: il senso di solitudine conseguente alla morte di suo padre durante la guerra; la tirannia del sistema scolastico; il fallimento del primo matrimonio. Mentre Waters era in preda a tutto ciò, Gilmour, Wright e Meson registrarono ciascuno un album proprio. I primi due lo pubblicarono nel 1978. Solamente allora cominciarono a pensare alla proposta di Waters di dare vita ad un nuovo e memorabile album insieme, un opera meravigliosa intitolata “The Wall”.
Waters lacrima

 



















PeppeCosmic

Venerdì, 29 Ottobre 2010 13:06

Echoes Fuzz 108

Scritto da

Vi presento il nuovo nato direttamente dal mio laboratorio, ECHOES FUZZ 108, riproduzione del mitico Fuzz Face......ragazzi che Sound. Rigorosamente costruito a mano PCB compreso, corredato di resistenze al carbone come quelle originali montate nel 1967, potenziometri Alpha che vengono usati da Marshall e Fender, condensatori di prima scelta Axial e Mustard orizzontali, connettori jack Switchcraft e per finire due Transistor al silicio BC108 Matched (selezionati, che vengono venduti a coppia con il guadagno controllato), ho inserito anche un Trimmer per regolare il bias dei Transistor, che mi permette all’atto pratico di controllare la corposità del Fuzz, variando la resistenza di collettore su uno dei due transistor. Per finire interruttore TRUE BY PASS per azionare l’effetto.

Domenica, 13 Settembre 2009 14:07

Doppolas

Scritto da

Spettacolare....Cosmico....girando su intenert mi sono per caso incrociato in un link a dir poco unico. Un tizio produce e vende credo....via internet le spettacolari Doppolas, Speaker rotanti usate molto da Gilmour, in particolare durante il tour di A momentary Lapse of Reason e Pulse.Questo particolare speaker è composto secondo una mia attenta analisi da due Speaker Eminence Alpha 6 da sei pollici, incastonati all'interno di due tubi per creare cassa armonica.Il tutto è collegato ad un motore per leslie, che con le due velocità fast e slow, rende l'effetto veramente spettacolare, da far rabbrividire qualsiasi pedale simulatore di leslie. Il link dove trovare tutte le descrizioni sul prodotto è http://www.tolerancesound.com  . A seguire il video presente su You Tube dove si puo apprezzare la qualità del sound generato da questo prodotto.

Venerdì, 05 Giugno 2009 13:03

Le origini dei Cosmic Crash

Scritto da
Vota questo articolo
(0 Voti)

20 maggio del 1994 il Corriere della Sera scrive: Rotta su Giove, IMPATTO COSMICO

Pezzi di una cometa, Shoemaker Levy colpiranno il pianeta a luglio, provocando grandi esplosioni. il fenomeno, sara' osservato da Terra con telescopio.

Stupenda questa cosa !! per noi fu grande ispirazione. Eravamo alla ricerca di un nome di impatto ma allo stesso tempo non banale che racchiudesse tutte quelle che erano le nostre passioni e interessi, lo spazio, la tecnologia e la musica psichedelica che sono state sempre una grande fonte. Fu così che decidemmo di adottare COSMIC CRASH, nome uscito improvvisamente dal nulla, rappresentava l'ignoto, che era anche un pò difficile da pronunciare ma che da allora in poi avrebbe rappresentato NOI.

Lunedì, 13 Aprile 2009 14:11

Booster e caduta di segnale

Scritto da

Voglio stendere due righe riguardo la caduta di segnale in una pedalboard.Come sappiamo i pick up catturano le vibrazioni delle corde rilasciando un debolissimo segnale che a sua volta viene manipolato dagli effetti collegati in catena fino ad arrivare all'amp.Bè durante questo percorso si puo avere una notevole caduta di segnale che non si avverte se attivo vari distorsori e overdrive poiche per natura questi pedali sono dei saturatori di segnale e quindi incrementano quasi sempre il gain, ma su il clen e tutto il contrario si ottiene in alcuni casi un soffocamento del segnale specie se i pedali non sono true by pass.A questo punto ci vengono in aiuto i buffer o anche booster.Io personalmente ne ho avuto bisogno quindi tra le varie soluzioni attualmente disponibili mi sono orientato sul LPB-1 della Electro Harmonix che ha quanto pare svolge egregiamente il suo lavoro.Essendo completamento analogico, con pulsante true by pass, e con una manopola che controlla il boost, si riesce se lo settiamo ad un livello minimo a recuperare quei cali di segnale di cui parlavo prima se invece spingo un pò di piu il boost è ottimo per incrementare la potenza del segnale in fase di solo aggiugendoci anche un pò di warm. Molto buono anche il modo in cui agisce sul suono non sdenaturandone l'originalità

.DSC05740

Martedì, 31 Marzo 2009 14:21

I Segreti di Young Lust

Scritto da

Volevo raccontarvi il mio studio su questo brano molto Rock di David Gilmour.Trovare la distorsione giusta che desse l'esatto calore a questi Riff veramente taglienti non è stato facile. Sicuramente c'era bisogno di un Flanger per il solo centrale e il Mistress è stata sicuramente la scelta giusta, un pò di deelay per spaziare il suono, quindi DD-6 boss che c'e di meglio? e in fine il protagonista è lui il RAT2. Questo pedale completamente Black della procosound è veramente spettacolare. Riesce secondo me a far suonare i single coil come fossere degli humbucking, ed proprio questo il segreto di questo setup che genera un suono caldo grasso e tagliente allo stesso tempo.

Ecco i protagonisti. 

 ehdeluxeelectricmistressDD6 d5bd5dda5ba6e2531fa433472eb64821367959

 Buon ascolto con la demo song registrata nel mio home studio.

 

Domenica, 07 Dicembre 2008 16:38

Violin Sound

Scritto da
Volevo porre alla vostra attenzione le mie prime registrazioni e sperimentazioni sullo spettacolare Violin Sound. Che solo il grande Gilmour riusciva a ricreare.Il processo si ottiene inviando  il segnale della  stratocaster all'interno di una unità delay Binson Echorec, usata con regolazioni estreme.Il suono viene generato sfregando le corde con un tonebar di metallo che genera un naturale sustain.



Possiamo ascoltare Gilmour che esegue questo magico suono durante l'esecuzione di saucerful of secrets nel Live a Pompei....


Sabato, 22 Novembre 2008 19:46

Big Muff chi lo conosce non lo evita.

Scritto da

BigMuff

Salve a tutti.....Big Muff parlona forse un pò buffa per uno stompbox ma che nasconde in se la potenza del più bel Fuzz per chitarra elettrica mai progettato. Nel mio percorso musicale ne ho provati diversi , ma da quando con i Cosmic abbiamo iniziato il progetto Pink Floyd, è sorta la necessità di duplicare i magici suoni di David Gilmour, ed è qui che mi sono avvicinato a questo pedale.Vi garantisco che specialmente con i single coil genera una distorsione eccezzionale, grassa ma non troppo, leggermente graffiante e dal sound rigorosamente vintage.

Qualche consiglio: Per gli amanti dei brani Floydiani del periodo da The Dark.......a The Wall, regolate il volume ore 11:00, il tone ore 14:00, e sustain ore 14:00 riuscirete praticamente a suonare tutto, chiaramete modellateci anche un pò di compressione e deelay.

Ciao Dave

Mercoledì, 12 Novembre 2008 20:35

DIY Effects

Scritto da

Per gli amanti del DIY effects vi voglio presentare l'ultimo nato. Alloggiato in un involucro ancora prototipo per renderne agevole il collaudo live,il famoso e introvabile Booster usato da Gilmour negli anni 70. Orange Treble and Bass Booster completamente autocostruito con componentistica completamente analogica e True by Pass.Che dire ....aumenta il gain per gli assoli e dona una nota vintage al sound generale, se poi ruotiamo la manopola al massimo in senso antiorario si ottiene un suono fuzz molto potente.Uno spettacolo !!!!!


orange

 

 

Pagina 5 di 5